FESTA D’ARRAMPICATA TROFEO DE GERONE 2021

Scritto da Giuliano in . Inviato in Gare, Incontri, Storia

Festa nazionale di arrampicata sportiva junior non competitiva per ragazzi e bambini.
La festa si svolgerà in tutta sicurezza alla diga Enel di Pieve di Cadore con il seguente programma:
ore 9:00 inizio iscrizioni,
ore 9:30 prove libere,
ore 11:00 inizio gare,
ore 14:30 premiazioni.

Nel corso della giornata ci sarà un’esibizione di Danza Verticale.

Non mancheranno la musica del Deejay, e i buonissimi panini imbottiti di Angelone!
Tutti possono, compresi i genitori, cimentarsi a provare l’arrampicata sportiva alla diga.
Venite tutti, Vi aspettiamo
INFO E ISCRIZIONI:
cellulare mobile 3493258436 (anche WhatsApp)
mail: segreteriagrupporagni@gmail.com

LETTERA DELLA BETTY PER FEROX

Scritto da Giuliano in . Inviato in Senza categoria, Storia

Un mese fa abbiamo perso Ferruccio, soccorritore, guida alpina, uomo dai mille valori, grande amico. Oggi lo ricordiamo nelle parole che ci ha regalato Betty, la sua compagna, anche lei componente del Soccorso alpino del Centro Cadore. A te, Betty, il nostro abbraccio
❤
Ferruccio, per tutti noi del soccorso era Ferox,
con la sua scomparsa il soccorso ha perso molto, di esperienza, di disponibilità, di umanità.. io ho perso tutto.
Potrei scrivere fiumi di parole sulla sua persona, sulle sue qualità, di uomo, di compagno, di soccorritore, di scalatore .. di poeta; era poeta non solo con la penna, anche quando scalava .. era poesia.
Lo guardavo scalare e tutto sembrava così facile e scontato, quando invece poi non lo era affatto.
Vorrei sfidare Ferruccio sul suo terreno … quello della poesia..
Questa poesia si riferisce ad un pensiero per la nostra squadra di soccorso e alla fine per me.
Ferox … mi ascolti ?
Prima dei nostri dubbi arrivava la tua esperienza,
prima della nostra fatica arrivava la tua resistenza,
prima dei nostri conflitti.. arrivava la tua saggezza,
prima delle nostre rinunce arrivava la tua forza,
prima delle malignità si elevava il tuo spirito.
Prima di quel giorno eravamo ricchi di ogni tua qualità,
prima di quel giorno avevo il sole in mano che scaldava il mio quotidiano
ed illuminava il mio sorriso,
ti prego Ferox,
scendi ogni tanto verso noi e verso me da quel paradiso.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e natura

GRUPPO RAGNI ANNI 80

Scritto da Giuliano in . Inviato in Storia

 Ernesto Querincig 1980

Antonio Mereu con Renato Peverelli

Lucia Del Favero – Icio Dall’Omo – Svalutto Moreolo Ferruccio 1979

Roberto De Martin – Ignazio Piussi

Maurizio Dall’Omo 1979

Ferruccio Svaluto Moreolo

Mauro Valmassoi

Piero Valmassoi -Dario Sacchet – Spigolo Giallo

Ernesto Querincig – Fiore Piaia – POMAGAGNON —

Marco Bertoncini – Schiara 1983

Icio Dall’Omo

Tre Cime 1980

 Pais Gianni – Ferruccio M. Svaluto – GROENLANDIA

Gruppo Ragni 1983

  Bertoncini – Pupo di Lozzo – VIa dei Ragni in apertura

Casarotto Renato – Marco Bertoncini Corso Guide
1983

Giam Piero Genova

 Piero Valmassoi

URBANO – IL PENSIERO DI UN AMICO

Scritto da Giuliano in . Inviato in Senza categoria, Storia

 

 

 

URBANO
Erano gli anni’70.A Pieve di Cadore si era formato un gruppo di alpinisti che aveva dato vita al primo Corso di Roccia.Gianpiero Genova,Alberto Rolandi,Dante Guindani,Giacomo Tabacchi e Urbano Tabacchi.
Nonostante la riluttanza della mia famiglia ma spronato da uno fratello di mia mamma anche lui alpinista,mi iscrivo al primo corso.
Trovai subito sintonia con gli istruttori,specie col Maestro (Gianpiero) che con Urbano.Col Maestro condividevo la passione per la musica e con lui nei rifugi non era raro sentirci cantare a due voci le più belle canzoni di montagna.Con Urbano si creò subito una stima reciproca,lui ,nonostante le mie origini veneziane,mi adottò come uno dei suoi allievi preferiti insegnandomi le basi dell’arrampicata.Mi appiccicò il nome”venessia” che ancora oggi mi porto addosso.Poi vennero altri corsi e diventai anch’io “istruttore” per i corsi roccia.Ero uno di loro! Urbano,bell’uomo dal fisico atletico era il più corteggiato da parte dalle allieve dei corsi.Ricordo che tutte lo volevano capocordata. Alle ragazze che gli chiedevano il suo indirizzo per inviargli una cartolina rispondeva.”scrivete Urbano-Italia” e il postino mi troverà.Sapeva scherzare ma anche essere a volte burbero e con le sue “ghignate” ,divenute poi un marchio di fabbrica”teneva a bada gli allievi.
Come non ricordare le serate al rifugio quando Ignazio Piussi(uomo di sinistra) ordinava “un litro di rosso” e Urbano (uomo di destra) ribadiva per me “un litro di nero”! Poi la disputa finiva con una sfida a braccio di ferro dove ,nonostante la grande forza di Urbano nulla poteva fare contro lo strapotere fisico della montagna di muscoli di Ignazio.Il periodo dei corsi roccia è stato il periodo che ho frequentato di più Urbano apprezzandone le sue qualità.Sempre disponibile,appassionato come pochi all’insegnamento,tollerante e comprensivo anche con gli allievi meno predisposti all’arte arrampicatoria.Gran comunicatore nelle serate nei rifugi sapeva dare spettacolo con le sue storie,a volte condite con un po’ di fantasia e di strafalcioni grammaticali,ed era l’anima e il cuore dei corsi di quegli anni.
Finchè ha potuto è sempre stato presente alle chiamate del Soccorso Alpino,non si è mai sottratto ai lavori più pesanti che comportava il soccorrere in montagna anni fa quando non esisteva l’apporto dell’elicottero.Sempre carico come un “mus” a portare i materiali più pesanti. E di questo ne andava fiero.
E poi l’incontro con la bella Maria,le figlie e la pensione.
E’ stato il faro per molte generazioni di giovani alpinisti e lascerà un vuoto incolmabile nella sua amata famiglia e nel mondo dell’alpinismo cadorino.
Ora si troverà a “ghignare” con Gianpiero,Romano ed Ignazio su qualche cima delle sue amate montagne.
“Dio del cielo,
Signore delle cime,
un nostro amico
hai chiesto alla montagna..
Ma ti preghiamo,
su nel Paradiso
lascialo andare
per le tue montagne.”

 

Andrea Gracis

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close