PICCOLISSIMA DI LAVAREDO – via Corte Vecchino Aldo Nobile

Scritto da Giuliano in . Inviato in Alpinismo, Senza categoria

1999 – Sulla Est della Cima Piccolissima, a destra della Cassin, Maurizio Dall’Olmo e Marco Zandegiacomo tracciano la via Corte Vecchino Aldo Nobile (max 7c+, spit).

Complimenti al nostro Ragno Francesco Rigon con gli amici Michel Mitch Sirotti Gabriele Dal Ben, per la ripetizione del 1 settembre 2022. Con le imprese degli ultimi anni le Tre Cime di Lavaredo sono tornate ai vertici delle difficoltà tecniche, come settanta anni fa.

Mauro Valmassoi Pelmo d’oro 2022 – Laggio di Cadore

Scritto da Giuliano in . Inviato in Alpinismo, Incontri, Senza categoria, Storia

L’ultimo Pelmo d’oro, conferito all’ombra del Tudaio, in piena terra cadorina, ha premiato alla carriera il nostro Socio Mauro Valmassoi.
Mauro, introdotto relativamente tardi all’attività alpinistica vera e propria, ha recuperato molto rapidamente il ritardo, percorrendo una dopo l’altra tutte le vie classiche , sia in Dolomiti che sulle Occidentali ; sia d’Estate che d’Inverno.
La passione lo aveva conquistato, né mai lo avrebbe abbandonato.
Forte e determinato, sempre motivato ed ottimista, dotato di quella speciale caratteristica della personalità che fa sembrare , nelle sue descrizioni, tutto facile o quantomeno fattibile. Segno questo di un’altra qualità umana: la modestia. Non a caso il suo riferimento morale ed alpinistico, ma non solo, è sempre stato il grande Alziro Molin, orgoglio dell’alpinismo cadorino.
Diventato Guida , non si è mai accontentato di farne un “onesto mestiere”, né ha mai smesso di stupire con imprese storiche che ben conosciamo. Commovente , franca ed onesta com’é nel suo stile, la dedica durante la premiazione: “ …in quel periodo di grande attività e di impegno lavorativo ho sottratto molto tempo a mia moglie ed alla mia famiglia: a loro dedico questo premio….”
Non servirebbero altre parole per descrivere l’uomo, la sua sensibilità ed onestà intellettuale.
Il rispetto e l’attenzione che sempre pone sulla grandezza altrui, specie quando descrive quanto e cosa hanno fatto i “ nostri vecchi “, umili montanari ma grandissimi alpinisti.
Quando ne parla gli leggi in faccia il profondo rispetto e talvolta la commozione.
Siamo orgogliosi di te, di questo premio, di averti fra noi, tallonato sia in famiglia che nel Gruppo da un altro grande Valmassoi, cui hai consegnato il testimone della tua passione.
Grazie Mauro
Il tuo Amato Gruppo Rocciatori Ragni

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close