Quando le falesie portano ricchezza

Written by o3o. Posted in Incontri

Venerdì 7 dicembre alle 20,30 in Magnifica a Pieve di Cadore

Il caso di Arco, sul lago di Garda, dove l’arrampicata sportiva
è diventata un motore economico importante per un comune, sarà il
protagonista della rassegna “Sulle Dolomiti di Tiziano”.

In Cadore ci sono 31 siti dove è possibile arrampicare senza
salire in quota. Si tratta di falesie, pareti rocciose vicine ai
centri abitati dove sono state messe in sicurezza centinaia di
vie di tutte le difficoltà. In alcune località italiane una
simile ricchezza strutturale è stata trasformata in opportunità
economica. E’ il caso delle falesie di Arco, sul lago di Garda,
frequentate dagli appassionati di arrampicata sportiva di mezza
Europa.

Adesso ci si chiede cosa manca alle falesie del Cadore per
diventare famose quanto quelle di Arco? Quali sono le condizioni
per valorizzare questa risorsa?

Venerdì 7 dicembre alle ore 20,30 nella sala del Palazzo della
Magnifica Comunità di Cadore a Pieve è stato organizzato un
incontro con gli amministratori comunali di Arco e con le Guide
Alpine responsabili del parco delle falesie di Arco. Saranno
loro, sollecitati dagli amministratori, dagli alpinisti e dagli
operatori economici del Cadore, ad illustrare cos’è successo ad
Arco e quali sono stati i benefici economici derivati dalla
frequentazione delle falesie. A scandire la serata saranno le
immagini di pareti e angoli di Cadore sconosciuti anche a molti
cadorini.

L’iniziativa di venerdì 7 dicembre, che rientra nel programma
della rassegna “Sulle Dolomiti di Tiziano” ed è organizzata dal
Comune di Pieve, dalla Magnifica Comunità di Cadore, dalla
Sezione Cai di Pieve, dalla Stazione del Soccorso alpino di Pieve,
dal Gruppo Rocciatori Ragni e dalle Guide Alpine del Cadore si
collega alla grande manifestazione dell’estate scorsa dedicata
alle falesie del Cadore. In quell’occasione è stata presentata la
Guida alle falesie del Cadore realizzata dal Gruppo Rocciatori
Ragni.

Trackback from your site.

Lascia un commento

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close